Yogurtiera, latte animale o vegetale?

Per fare lo yogurt la materia prima è il latte. Se vogliamo farlo in casa con la yogurtiere, dovremo fare attenzione alla scelta del latte. Animale o vegetale? Dipende dal tipo di yogurt che si intende fare. Una cosa è certa: dal tipo che sceglieremo avremo uno yogurt diverso nel gusto e nella consistenza, quindi andiamo per gradi. Le alternative sono due: o andiamo al supermercato o dal contadino che ancora lo produce nella stalla dalla Bianchina, a chilometro zero. Se decidiamo di andare a fare la spesa, le possibilità sono diverse, sia per marca che per tipologia. Il latte in vendita, infatti, può essere intero o parzialmente scremato, con il primo (consigliato!) lo yogurt risulterà più denso e consistente, nel secondo caso rimarrà più ‘annacquato’. Preziosi consigli, a riguardo, potrete trovarli su www.yogurtieramigliore.it.

Se, poi, vogliamo a tutti i costi del latte fresco, non dimentichiamo di portarlo ad ebollizione per sterilizzarlo prima dell’uso e attendere che si raffreddi, solo così si potrà avere la certezza di un prodotto sano e privo di batteri insidiosi per l’intestino. In commercio si trovano con la massima facilità dei tipi di latte intero a lunga conservazione (Uht) davvero convenienti, pochi centesimi al litro, che possono andare più che bene per lo yogurt fatto in casa. De gustibus, direbbero i nostri progenitori, si tratta di imbiffare il gusto che ci è più congeniale. Alcuni latti in commercio sono esteri, tipo un prodotto tedesco da provare per la resa nello yogurt casereccio donandogli una nota delicata di gusto al formaggio e una cremosità niente male, ma anche qui giocano le preferenze soggettive, tutto sta a provarne qualche tipo per poi trovare il latte del cuore. Non è detto, poi, che si debba usare sempre lo stesso latte, meglio variare ogni tanto, no?

Chi è abitudinario e avvezzo ai gusti tradizionali, difficilmente abbandonerà la strada del latte animale per sperimentare quello vegetale. Eppure varrebbe la pena, almeno una volta, provare la novità di fare uno yogurt alternativo con l’utilizzo di latte di soia o di riso. Vedrete che il vostro palato vi ringrazierà, però ricordatevi, se deciderete di usare il latte di riso, di aggiungere una spolverata di zucchero normale o di canna per uno yogurt più goloso.